BEIRUT di Ibrahim Maalouf

Questo gran pezzo del trombettista libanese: francese di adozione, dimostra come si possa costruire con la musica una bellissima elegia, articolata su diverse sovrapposizioni dei fraseggi, i quali si integrano magistralmente con le immagini dense di significati relativi alla sua città, e non una città qualunque. Poi, il colpo di coda del finale, dimostra proprio come la nostalgia è solamente un’emozione momentanea, perché sostanzialmente è sempre la gioia a prevalere, la vitalità, la voglia di superare tutto con un esplosione di colori che non si può fermare. Fantastico !!!

Annunci

ILLUSION di Ibrahim Maalouf

 

cocktail-Canned-Heatcanned heat – musica tossica

 

album-vari-Ibrahim-Maalouf-IllusionsRiapriamo le danze, anzi, riprendiamoci un po’ di felicità e tiriamoci su di morale con qualche gioco di “illusioni” che in fondo, portando sempre allegria, non fanno mai male, anzi, accompagnano lo stupore vestendolo di gioia se l’illusione è legata al gioco di prestigio di un mago, perché Ibrahim Maalouf mago lo è da sempre, quando, presa in mano la tromba, ha incominciato a stupire per la varietà delle sue note, per la sua ricerca sempre a metà strada tra la fruibilità dell’ascolto e la qualità di un jazz variegato attraverso, etnica, modernità e sperimentazione. Continua a leggere