LA LINEA DI FONDO di Claudio Grattacaso

la linea di fondo

L’inizio del campionato di calcio e tutto ciò che ne consegue, mi porta a parlare di questo romanzo uscito quest’anno per  Nutrimenti, una nuova casa editrice veramente interessante, soprattutto per il lancio di giovani scrittori che, al loro esordio letterario, lasciano intravedere delle ottime potenzialità per il proseguo del loro “mestiere”, e di cui mi prederò la briga di riparlarne in seguito, perché nel suo catalogo annovera dei titoli veramente interessanti e meritevoli di attenzioni. Il romanzo di cui voglio parlare oggi è intitolato La linea di fondo  di  Claudio Grattacaso. Sostanzialmente è la parabola umana e sportiva di un italianissimo Josè Julian Pagliara (nome cha la madre del protagonista gli diede in onore di Josè Julian Matri Pèrez, leader del movimento dell’indipendenza cubana) soprannominato “Freccia” per le sue qualità atletiche. Un autentico asso del pallone, una promessa entusiasmante per il mondo del football con tutti i requisiti per diventare un giocatore di successo. Il tutto stroncato dal fallaccio di un terzino “spolpacaviglie” che gli rovinerà la carriera, e lo costringerà dalla Serie A a vivacchiare in una squadretta di Serie C, in cui dovrà fare i conti suo malgrado con una brutta storia legata alle scommesse clandestine in cui sono coinvolti tutti: giocatori, allenatori, presidenti; l’altra faccia della medaglia insomma: un mondo marcio fino alle fondamenta dove niente è pulito e dove l’ombra del doping sarà ed è l’assassino silenzioso di molti poveri inconsapevoli appassionati. Chiaramente le vicende sportive s’intreccino con le vicende familiari e personali del nostro eroe, all’interno di un’infinita serie di fallimenti sentimentali, compreso il rapporto complicato con la sua unica figlia.

Continua a leggere

Annunci