JACK HIRSCHMAN – Il dipinto

Dominique Mulhem-3

Il dipinto

Eccolo dunque:
un dipinto dell’eroico sindaco nero
di Chicago da poco scomparso
in mutande da donna
in nome dell’iconoclastica artistica
e della libera espressione
e della libertà costituzionale
e dei diritti civili individuali

Continua a leggere

Annunci

LINA LURASCHI – Scucita Voce

Laura Krifka-5
illustrazioni di Laura Krifka

Semmai vivrò domani
sarò vestale dal viso dorato
musica che accarezza il mondo
nelle sue catene
sarò leggiadro abbraccio
come filo di seta
andrò contro vento
e chiuderò le ciglia

Continua a leggere

ALEXA MEADE – Quando l’opera d’arte si confonde con la realtà (e viceversa)

Scusate, ma dopo giorni di finzioni dei nostri politici, avevo bisogno di una “finzione” autentica, e poi, dopo il “buco nero”, cercavo assolutamente un’abbuffata di colori. Come a dire: questa pittrice americana ci capita a “pennello”.
Alexa Meade
è un’artista statunitense, nata a Washington dove tuttora vive e dove ha iniziato la sua carriera artistica, nonostante la passione per la politica. Sostanzialmente si è fatta conoscere con i suoi quadri animati, o perlomeno, pitture apparenti le quali nascono intervenendo sulla realtà, come se la finzione di un dipinto fosse il retrogusto di un qualcosa di vero, pronto ad muoversi al primo battito di ciglia. Lei infatti altera la visione delle tre dimensioni annullando i confini che separano i due mondi, come se un universo variabile si bloccasse di colpo per diventare uno spazio apparente, forse più espressivo dell’originale perché l’originale è il quadro stesso.

Continua a leggere