UNA LUNGA SERIE DI ECLISSI (2-7)

eclissi più eclissi

Eclissi  n° 2

Sarà anche silenzio
questa eclissi
vista in ogni angolo del mondo
ma la voglia di sentire il tatto
vicino alle parole
(forse inventate)
per la ricreazione
non convincono appieno
questa partecipazione

fingono a scompaiono
appena viene buio


Eclissi n° 3

Questa distanza sembra eterna
immaginata   solamente
nello spazio ridotto
in questi pochi attimi

La luce era bellissima
e scottava
e faceva caldo
ma questa oscurità improvvisa
non lascia scampo
ferisce dentro e ovunque
come il tuo rimandare altrove

eclissi di luna a como

Eclissi n° 4

        I nomi passano e ripassano
come quei volti incerti
intravisti o non visti
dentro ai bus che si rincorrono
prima del loro capolinea
Dalla strada cerchi uno sguardo
credi di vederli di riconoscerli
ma non esiste tregua
dentro a questa brevità
dentro a questa impossibilità
di fermare il tempo

 

Eclissi n° 5

         Ti osservi ossessivamente
sulle fotografie
che si cancellano da sole
Gli occhi s’incontrano
e si perdono
in un attimo indeciso
Buio – luce – buio
poi nulla
poi solamente un cielo nero
un infinito vuoto
un volto dentro al nulla

Lunar Eclipse Lights Up New Zealand Sky

Eclissi n° 6

        La vastità
si copre lentamente
dimenticando la sua luce
Eppure
una traccia rimane
un’impronta
un’eco indistinta  dell’eternità
che svuota la notte
per dare ancora al giorno
un altro nome
e un’altra identità

 
Eclissi n° 7

Come fai a dimenticarti
se neppure esisti
se nascondi i margini
di tutti i tuoi discorsi

Certo  certo
segni  i confini per evitare
l’inevitabile mossa
di un osservatore attento

ma il sole è ritornato
rendendo chiaro
quanto il buio ti appartiene

Antonio Bì

Eclissi-di-luna-
tutte le foto sono prese dal web

 

Annunci

29 thoughts on “UNA LUNGA SERIE DI ECLISSI (2-7)

  1. “ma la voglia di sentire il tatto
    vicino alle parole
    (forse inventate)…”
    sensazione straziante.

    e poi ancora

    “Come fai a dimenticarti
    se neppure esisti”
    … già come fare?

    Ecco Barman ho bisogno di qlc di forte che che diluisca questo magone che non si adatta al caldo di agosto.

    shera

  2. Crescendo intenso di buio e luce,luce e oscurità, cielo e terra, città e universi in cui ci perdiamo e ritroviamo, ma già non siamo più gli stessi. ..

  3. Pingback: Gioielli rubati 2: (Paolo Delle Vacche – Maria Allo – Antonio Bi – Irene Rapelli – Italo Bonassi – Rosario “sarino” Bocchino) | almerighi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...