UNA LUNGA SERIE DI ECLISSI

l'eclissi da camera di Erin Shirreff
“L’eclissi da camera” di Erin Shirreff

Eclisse n° 1  – prologo
(non conosci l’Antologia di Spoon River?)

Forse
tutti quei morti non ti riguardano
erano di un paese straniero
anche se troppo grande
distante

infatti
non esisti
vivi immobile nelle tue parole
e la fissità del tuo mondo
implode
non si ricompone
rimane tale
come la tua croce

A volte
altre rime fanno male
non si vedono
nello specchio
delle tue brame
non si riconoscono
o peggio
non si ritroveranno
nel tuo continente inesistente
isola di niente
persa
nel suo continuo rimirarsi
vuota
nel suo non incontrarsi.

Antonio Bì

Mirella-Bentivoglio-Eclisse-1977
“Eclisse” di Mirella Bentivoglio

Annunci

11 thoughts on “UNA LUNGA SERIE DI ECLISSI

  1. “vivi immobile nelle tue parole
    e la fissità del tuo mondo
    implode
    non si ricompone
    rimane tale
    come la tua croce”
    Ah, queste benedette croci… ne abbiamo da portare, sin troppe. Ma dicono che il lavoro nobilita l’uomo e lo rende libero: anche portare una croce è lavoro, ahinoi…
    😉
    L’augurio per una serena settimana.
    ^___^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...