EROE PER UN GIORNO EROE PER SEMPRE

Purtroppo è notizia di oggi ma ci ha lasciato anche David Bowie. In fondo, si può essere vicini o lontani dalla sua ricerca musicale ma, si deve riconoscere che la sua figura è stata importantissima per l’evoluzione del rock  di questi ultimi 50 anni. Grande interprete, grande carisma, grande impatto visivo; i suoi personaggi rimarranno nella nostra memoria senza scomodare le stelle; la trasposizione sonora di grandi capolavori della letteratura nelle sue opere, non ha eguali nel circuito internazionale, se non in altri pochi casi. Artista visuale, produttore, trasformista, attore di se stesso e in alcuni casi anche sul grande schermo, la sua figura è diventata un’icona proprio perché la gente come noi ha bisogno di eroi per continuare a vivere. Eroi comuni, per ogni giorno, per tutti i giorni, perché almeno si ha qualcosa in cui credere, qualcosa in cui ci può riconoscere per gioire, per pensare, per vivere un attimo di sana rabbia o di dolce poesia. Poi, è sempre così, si può essere eroi per un giorno o per sempre, ma la vita continua perché le opere di un artista non moriranno mai, e come tali, continueranno dentro la nostra inesauribile memoria.

Volevo aggiungere che la genetica non sbaglia mai e i figlio di David: Ducan Jones, regista e autore di film sul tema fantascientifico, idealmente continua la strada artistica del padre. Film molto belli tra l’altro: “Moon”  e  “Source Code“, sono lì ha dimostrarlo, come a dire, i semi buoni daranno sempre grandi frutti e la strada delle stelle è ben tracciata su questa pur piccola Terra. Forse in maniera enfatica potremmo aggiungere che la stirpe degli eroi continua: eroi qualunque come ho già detto, ma liberi di darci quell’emozione unica.

ducan jonesDucan Jones

Annunci

30 thoughts on “EROE PER UN GIORNO EROE PER SEMPRE

  1. Splendido omaggio e perfetta chiusa sul figlio… sono decisamente concorde… propongo un brindisi alla salute del Duca Bianco (magari un po’ in stile irlandese, bevendo, ridendo e ricordando).

  2. Sei forse l’unico ad aver nominato il figlio regista, Tu che non sei certo un estimatore di Bowie! Aveva ragione Wilde quando si augurava di avere nemici intelligenti. Bravo barman, stavolta tocca me pagarti da bere.
    PS Pensa che coincidenza, lo stesso giorno che è morto Bowie è deceduto anche un certo BAUI.
    PS2 Inverno infernale per i capricorni.

    • per fortuna dicevano che sarebbe stato un inverno mite: e non è ancora finito…
      La grandezza bisogna sempre riconoscerla, quasi a dire che ora si è dimostrato veramente umano, e in quanto a BAUI, è sempre il solito di scorso della pronuncia di un nome ma, non importa, il sole è sempre dietro le nubi pronto a ritornare perché (lo so, mi ripeto sempre) l’arte è immortale, anche dopo la fine del mondo.
      PS3 A un certo punto pensavo che fossi diventato un “cascatore” o un “acrobata” molto esperto nel fingere le “cadute”, come a dire: una controfigura (?)

      • Tranquillo “quando canta il merlo siamo fuori dall’inverno”. (video e testo di Lazarus dal REQUIEM, pardon, dall’ultimo album di Bowie.) Povera vecchia bagascia, Nessuno che abbia fatto battute sull’età -69- cioè era il tizio che fingeva di spompinare Ronson sul palco. E’ un grandissimo ma tutta questa serietà impone il riso! Ridiamo con lui.

  3. Il figlio che, tra l’altro, ha dato la conferma della morte del padre. Dopo una serie di smentite, bufale e addirittura la possibile morte di Cameron (l’importanza di chiamarsi… David). Ma anche questo è la rete, oggi: buontemponi e inutili fracassoni, che fanno rumore, spesso, più della sostanza. Poi, per fortuna, ci sono luoghi come il tuo. Dove la sostanza assume anche forma e decoro.
    L’augurio per un sereno proseguimento di settimana.
    ^___^

    • sono i difetti e i pregi della rete, cosa ci vuoi fare; tra l’altro, proprio ieri, e chissà perché, forse per la sinergia che il tuo pseudonimo mi riporta su altri pianeti (molto intelligente se mi permetti), mi sei venuto in mente. Potenza delle associazioni mentali; potenza delle immagini. Ma se siamo dominati proprio dalle immagini, allora probabilmente aveva ragione David nel coniugare la musica con il resto della nostra immaginazione.
      Grazie come sempre del tuo bellissimo intervento !
      Un brindisi anche a te !!!

      • Era un visionario. Un artista completo. Ecco perché gli si addice l’immagine… dell’alieno.
        Da non sottovalutare, come per buona parte dei capricorno, la sua attitudine a mettersi e rimettersi in gioco; cambiando stile e prospettive.
        Felice proseguimento a te.
        ^____^

  4. Come dicevo altrove, non ha accompagnato la mia vita, non ho sentito quel dolore lancinante, ma l’ho provato in altri momenti, per altri che hanno significato moltissimo, e capisco forse persino le reazioni esagerate, smodate, perché a volte si parla davvero di parti di sé, di punti di riferimento, ci si sente come se la terra mancasse sotto i piedi. Poi certo, in fondo restano. Restano le cose importanti che hanno fatto. E ce lo si fa bastare….

    • in fondo è proprio così, quando si diventa un’icona, che si voglia o no, le reazioni sono sempre innumerevoli: un po’ come quelle fans adolescenti che urlano o piangono in maniera esagerata davanti al proprio idolo che canta, mentre in ultima fila c’è sempre chi ammira quietamente la performance perché si immedesima nella musica come se fosse propria, senza eccessi, ma solamente perché sente dentro di sé quell’emozione che cercava, magari ridendo.
      Anch’io non sono mai stato un ammiratore di Bowie, anzi mi diverto sempre a stuzzicare un mio amico che invece lo adora, ma bisogna riconoscere il valore e la qualità espressa. Poi è sempre la solita storia: gli speculatori sono sempre in ogni angolo di strada, e spero che ora non inventino il solito teatrino… il mondo è anche questo.
      Salute a te !

  5. Non potevi riassumerlo in modo migliore. Il Duca rappresentava davvero qualcuno in cui credere nella vita di tutti i giorni…per fortuna niente e nessuno ci toglierà mai la sua Arte musicale! Il figlio Duncan ha i requisiti giusti per diventare un autore importante, e questo è sicuramente di buon auspicio.

  6. Complimenti per il blog! E’ sempre bello conoscere amanti della buona musica e da quello che vedo hai dei gusti veramente ottimi.Anche per me la scomparsa del Duca è stato un duro colpo. Quando l’ho saputo stavo ancora ascoltando il suo meraviglioso Blackstar. Complimenti ancora per quello che fai e a risentirci!

    • Grazie a te figurati, come dico a tutti questo bar è aperto in ogni ora della giornata, e puoi sempre offrirti da bere anche quando non ci sono io. La musica è sempre una presenza necessaria, e come tale non mancherà mai, così come la sua poesia e la sia vitalità…
      Ritorna quando vuoi !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...