QUEL CALICE ROSSO

vino

QUEL CALICE ROSSO

 Quel colore ci piaceva
e ci faceva cantare
come se l’anima esprimesse
tutto il suo calore
tutto il suo candore

Il tavolo aveva un’altra sfumatura
dove la speranza disegnava le mappe
per raggiungere la felicità
Venature minute
simile al gioco delle nostre parole
E ci piaceva quel colore
quell’attimo di vita
quella poesia
riflessa in un sapore
in un amore

Non eravamo ubriachi
solamente complici
di un’ebrezza dolce
che annullava i confini
i destini
inebriati di un altrove
mai così vicino
mai così nostro
mai così uguale

Anche lo zodiaco e i segni
si sono divertiti insieme a noi
Poi
ci siamo sfiorati le mani
ci siamo sfiorati le ali
e abbiamo brindato
e abbiamo gioito
come due angeli
come due cristalli
fusi nel suono
della loro bellezza

Antonio Bì

angeliFoto prese dal web

Annunci

22 thoughts on “QUEL CALICE ROSSO

  1. l’altro giorno ho visto il film “la parte degli angeli” di Ken Loach. Un film che esalta la passione tra problemi sociali, relazionali, lavorativi. Ma esalta soprattutto la passione per un qualcosa che a volte non riusciamo a cogliere se non quando ci sbattiamo addosso, come la passione scoperta per caso dal protagonista per la cultura del whisky : storia, produzione, riti, tradizioni, ecc. Ad un certo punto scopre che la parte del whisky che evapora durante la “stagionatura” viene chiamata la parte degli angeli, come a voler spiritualizzare quella meraviglia ambrata. Un “obolo” per la buona riuscita del “raccolto”. Riscatta così o almeno ci prova una vita fatta di violenza e di privazioni. Mi chiederai ora che c’entra questa riflessione con la tua bellissima poesia : sinceramente ti rispondo che non ne ho la minima idea :). Già cominciava a delinearsi alla prima lettura si è poi confermata alla successiva e allora mi sono detto perchè no :). Sono sicuro che saprai scusarmi :). Ciao

  2. Non amo il rosso. Tuttavia non disdegno un bicchiere di vino di questo colore; sicuramente lo preferisco al bianco (sarà perché mangio più carne che pesce?). Nei tuoi versi si assapora un colore buono, fresco al palato. Non inebria e quindi delizia.
    Un caro saluto.
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...