BLACKOUT

BLACKOUT  

by  Anna Calvi

Perché l’ultima luce si è spenta
Tutto è diventato così, tutto è rimasto incompleto
Voci oscure stanno arrivando per la mia anima
Dovrei avere timore di te o lasciarmi andare ?

Oh, blackout, dovrei sapere da dove arrivi
Cosa stai cercando di dirmi che ancora non so
Oh, blackout, ora che è arrivata questa luce tu sei nelle tenebre
Potrei essere chiunque
Ma sento ancora la tua presenza al mio fianco
Questo momento sta scivolando via dal tempo

Blackout so da dove arrivi
Cosa stai cercando di dirmi che ancora non so
Oh, blackout, ora che è arrivata questa luce tu sei nelle tenebre
Potrei essere chiunque
Oh, blackout, ora è arrivata la luce
Cosa stai cercando di dirmi che ancora non so
Oh, blackout, non dirò la tua provenienza perché sei nascosto nelle tenebre
Potrei essere chiunque, non lasciarmi, non lasciarmi

Anna Calvi

*****

Annunci

3 thoughts on “BLACKOUT

  1. Contemplando i musi dei cavalli e le facce della gente,

    tutta questa vita correre senza rive sollevata dalla mia volontà

    e che corre a precipizio verso il nulla

    nella steppa purpurea del tramonto

    spesso penso: dove sono IO, in questa corrente?”

    Gengis Kahn

    Shshshshshera

  2. siamo tutti nella corrente, tutti trasportati e coinvolti, trascinati e cullati, vivi e dimenticati… Bisognosa saper governare la barca per non andare alla deriva, o saper nuotare con convinzione, o lasciarsi cullare perché ogni tanto bisogna pur sognare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...