TEMPORARY SCIO’ – Teatrame

temporary sciò-teatrame-acarya_NEW

Venerdì 21 febbraio si è svolto nello Spazio-Acàrya di Como l’ultimo spettacolo dell’Associazione TEATRAME: Temporary Sciò con l’attrice Carla Giovannone (nelle foto) per la regia di Paolo Bignami.
La scena si svolge in un ipotetico ufficio o agenzia di collocamento, in cui la protagonista inizia un lungo monologo sulle problematiche odierne relative alla ricerca di un lavoro, nell’attesa del suo turno. Risulta conseguente l’allaccio al post precedente dove si parlava delle scelte dell’indirizzo scolastico dei ragazzi di oggi dopo la terza media, attraverso un libro tragicomico. Qui siamo nel passaggio successivo, il lavoro appunto, anzi, la sua tragicomica ricerca.

carla giovannone3

Coadiuvata dalla splendida cantante Miriam Petruzzelli, e Bruno Venturini per gli inserti musicali, la bravissima Carla Giovannone regge un’ore e mezza di monologo in maniera eccezionale, alternando ironia e lacerata realtà, anche se il retrogusto del divertimento consente di ridere e sorridere e di sdrammatizzare il presente, andando a toccare tutte le tematiche quotidiane, in maniera per niente banale, anzi. Interessante e coinvolgenti sono le qualità dell’attrice legate all’improvvisazione, e probabilmente, una delle basi su cui si modula lo spettacolo, è proprio il far partecipare il pubblico presente alle diatribe della protagonista, in modo che una rappresentazione, non sarà mai uguale a un’altra. Un esempio fra i tanti è quello di un lungo elenco alfabetico dove, dall’A alla Z, l’attrice pone dei quesiti agli astanti chiedendo quale fosse l’occupazione a lei più congeniale, per esempio,  con la lettera A (anche perché in una situazione attuale, tutti i lavori le andrebbero bene), e qualcuno dal pubblico suggerisce: L’astronauta! L’armiere! (e da questi nomi segue l’improvvisazione). E così di seguito ripercorrendo tutto l’alfabeto, finché, giungendo alla Z, e sempre rivolgendosi ai presenti chiede: cosa posso fare con la Z  ? (mentre mima il movimento di una zappa), è un mestiere antico… (e continua a zappare), ma dal pubblico qualcuno grida: La zoccola!!! Capite che i retroscena hanno molte variazioni sul tema, anche se questi sono soltanto degli inserti comici. Tutto lo spettacolo è invece molto adulto, carico di emozione, intenso e partecipativo, in cui tutti i sentimenti sono coinvolti, anche perché giunti alla sua conclusione, ci si sente davvero soddisfatti. In fondo, la situazione attuale dell’economia ci tocca in prima persona, e ritrovarsi a vivere un’esperienza come quella dell’attrice, è qualcosa che interpretiamo ogni giorno, soprattutto quando andiamo in un ufficio pubblico, spesso prevenuti e con un “numero” in mano, ad aspettare il proprio turno, magari lontano tipo: 235, mentre la lavagna con i display che scorrono segna l’ 89. Porca miseria, ma quanto dobbiamo aspettare ?!!

carla giovannone2

Interessanti sono anche le scenografie di Lina Mucerino e Roberto Sampietro che interagiscono molto bene con la trama e l’ambientazione. Vale la pena di andarlo a vedere, perché le molte repliche proposte, toccheranno anche a Roma, e siccome ci sono degli amici e amiche della capitale che passano da questo blog, appena ho la data certa ve la comunicherò.
Intanto buon lavoro a tutti !!!   Anzi… non spingete! Aspettate il vostro turno!! Ma…  lo avete preso il “numeretto”?!! Perché, prima o poi, sarete chiamati!
http://www.teatrame.it

Annunci

6 thoughts on “TEMPORARY SCIO’ – Teatrame

  1. per me fa la A come Attrice si vede che è brava
    un po’ è come se lo avessi visto 🙂
    anche se dal vivo è tutta un’altra roba
    ma se faccio i conti credo che è una vita che non vado a teatro…
    mi sa che a me il numero nemmeno lo danno
    sono un’esodata anche dalle scene culturali:)

  2. Quello che mi resta più impresso è che tra il pubblico la Z di zappa non fosse contemplata mentre Z occola che tra l’altro è un termine diatellate tipicamente romano sia conosciuto da tutti.
    Amo gli spettacoli dove il pubblico viene a interagire con la trama. Mi ricorda certi miei libricini da bamabina che poi non ho più trovato.

    sherabuonafinedomenicamanchebuonasettimanafinoasabato

    • che cosa ci vuoi fare, ormai certi dialettismi hanno superato tutte le frontiere e a volte non si sa mai se un eventuale pubblico risponde per divertirsi o per provocare, comunque come ho già ribadito nel post, la sopracitata compagnia andrà anche a Roma (non ho ancora la data certa e il posto preciso, ma appena ce l’avrò, ve lo farò sapere), e se vuoi li potrai vedere di persona.
      Intanto buona settimana anche a te !!!!!!!!!!!!!!!!!!

      • eccerto, ci conto – dai ora ti ‘infoufflo un po’ – perchè detto da te e con la tua recensione è una garanzia..
        Settimana inizia male con un improvviso ascesso scoppiato come un bocciolo di primavera. Accidenti che male.

        sherantibioticoepatatinalessahiahi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...