THE FUTURE di Leonard Cohen

il futuroFoto di Carmelo Nicosia

IL FUTURO  (The Future)

Ridammi la mia notte spezzata
La mia stanza a specchi, la mia vita segreta
E’ malinconico ora
Senza più nessuno da torturate
Dammi il controllo assoluto
Su ogni anima vivente
E giaci accanto a me piccola
Questo è un ordine!

Dammi il crack e il sesso anale
Prendi il solo albero rimasto
E infilalo nel buco
Della tua cultura
Ridammi il Muro di Berlino
Dammi Stalin e San Paolo
Ho visto il futuro fratello
E’ assassinio

il futuro8

Le cose stanno scivolando via in ogni direzione
Non ci sarà nulla

Nulla che si possa più misurare
La tormenta del mondo
Ha superato la soglia
E capovolto
L’ordine dell’anima
Quando dicevano PENTITI
Mi chiedevo cosa volessero dire
Quando dicevano PENTITI
Mi chiedevo cosa volessero dire
Quando dicevano PENTITI
Mi chiedevo cosa volessero dire

il futuro - Lu Chuan-city-of-life-and-death-cover
Non sai riconoscermi dal vento
Mai ci sei riuscito mai ci riuscirai
Io sono il piccolo ebreo
Che ha scritto la Bibbia
Ho visto nazioni sorgere e cadere
Ho ascoltato le loro storie, le ho ascoltate tutte
Ma l’amore è il solo motore della sopravvivenza
Al tuo servo qui è stato detto
Per dirla chiara, per dirla fredda:
E’ finita, non si andrà oltre
E ora le ruote del cielo si fermano
E’ del demonio il prossimo giro
Preparati per il futuro: è omicidio

il futuro4
Le cose stanno scivolando via in ogni direzione
Non ci sarà nulla
Nulla che si possa più misurare…
…Quando mi dicevano PENTITI
Mi chiedevo cosa volessero dire

il futuro5
Sarà infranto l’antico codice occidentale
La tua vita privata all’improvviso esploderà
Ci saranno fantasmi  ci saranno fuochi lungo la strada
E l’uomo bianco danzerà
Vedrai la donna appesa a testa in giù
I suoi lineamenti coperti dall’abito caduto
E tutti quei poetucoli da due soldi
Si faranno vivi
Cercando di sembrare Charlie Manson

Ridammi il Muro di Berlino
Dammi Stalin e San Paolo
Dammi Cristo
O dammi Hiroscima
Distruggi un altro feto ora
Non ci piacciono i bambini
Ho visto il futuro, piccola:
E’ assassinio

atomic.bikini
Le cose stanno scivolando via in ogni direzione
Non ci sarà nulla
Nulla che si possa più misurare…

il futuro7
La tormenta del mondo
Ha superato la soglia
E capovolto
L’ordine dell’anima
Quando dicevano PENTITI
Mi chiedevo cosa potessero dire

il futuro10
il futuro9
Quando mi dicevano PENTITI
Mi chiedevo cosa volessero dire
Quando mi dicevano PENTITI
Mi chiedevo cosa volessero dire

Leonard Cohen

il futoro3Le foto postate in ordine di successione sono di:
Carmelo Nicosia
Don McCollin
sequenza dal film “City of Life and Death” di Lu Chuan
Costantino Mangiarotta
il celeberrimo scatto di Huynh Cong “Nick” Ut
Atollo di Bikini dall’archivio della Marina Americana
Don McCollin
sequenza dal film “La notte dei morti viventi” di George Romero
dall’archivio SiKla
Claudio Bosco

Annunci

10 thoughts on “THE FUTURE di Leonard Cohen

    • Io invece preferisco le versioni Live… per poter ascoltare le differenti versioni e le varie interpretazioni e di come si differenziano dal disco: sicuramente arrangiata al meglio e molto godibile, ma dal vivo si coglie la vera anima dell’esecutore!
      Ciao bellissima !

  1. Bè, dai… per cogliere le differenze (di sostanza) bisogna mettersi in una disposizione tipo “le due vignette differiscono in tot particolari”.
    La vera differenza risiede nel pathos che ci mette Cohen. La versione da Live in London che ho io e che presumo essere la stessa da te postata a me è sempre parsa senza coinvolgimento emotivo nel cantato -della serie “è un live antologico e questa non possiamo non metterla”, tu invece riesci a coglierci la vera anima dell’esecutore. Punti d’ascolto. Comunque hai fatto bene a riportarci alla memoria questo capolavoro. Ciao

    • certo, dipende sempre dalla vena dell’esecutore e dall’interpretazione del momento: ci sono dei live mosci e al contrario dei live entusiasmanti. Chiaramente il cantato di Cohen è sempre il cantato di Cohen e va preso così. Il testo comunque è per uno dei più belli che abbia mai letto e soprattutto sentito nel mondo della musica…
      Ciao Stan!

  2. Vabbè dimmelo che oltre ad avermi abbandonato mi fai venire qui e mi condanni anche a sentire una delle canzoni che amo di più di Leonard 🙂
    sheraforchehaixsolastradavecchiahahahahchedolore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...