ALL THE OLD HEROES di Joseph Arthur

eroi5Foto di Rosalba Corsilia

Ognuno di noi conserva i propri eroi solamente per il gusto del loro alone mitico, unico, probabilmente uguale a tanti, solamente per credere a un’utopia o a una semplicissima storia nata per caso e poi rimasta sulla scena della vita, come i protagonisti di ogni giorno che, dalla mattina alla sera (e anche la notte) vivono un attimo delle tante esistenze, mentre sogni e fantasmi sono appena dietro la porta ad aspettare che il giorno si ripeta identico a quello precedente, ad aspettare di porgervi il saluto per l’ennesima volta.

“…Nessuno canta solo con un fantasma senza sognare
Una voce che potrebbe raddrizzare tutti i torti
E tutti i vecchi eroi sono come figli per me ora
Mentre io vengo a bruciare la vergogna
Senza sapere esattamente il perché di tutto questo
Per la soluzione dei tanti errori di ogni storia
E tutti i vecchi eroi sono come figli per me ora…”

Joseph Arthur

eroi1
eroi2
Ognuno di noi conserva i propri eroi, ma in fondo ci ritroviamo tutti uguali e tutti nel medesimo posto, in attesa del prossimo eroe, in attesa di un altra puntata della storia senza scegliere il finale o il successivo inizio. Ognuno di noi conserva i propri eroi mentre i fantasmi ritornano insieme ai sogni e tutti si confondono per essere invisibili, per essere… protagonisti.

auto
bampw-beautiful-beauty-black-and-white-girl-hot-Favim.com-58294Foto dal web

Annunci

7 thoughts on “ALL THE OLD HEROES di Joseph Arthur

  1. Ancora una volta abbini immagini a parole in maniera toccante e sincera. Sono molto lieto d’aver scoperto il Tuo blog, Caro Amico.

  2. Guardavo il video e notavo quanti eroi e quante poche eroine. Poi è apparso il viso magnetico di Frida Kalo e il visino sparuto della piccola eroina che non dovremmo mai e poi mai dimenticare :Anna Frank. Pi, magari, eroina Marilyn Monroe ho dei dubbi.
    Eroe ML King così come Mangela o Ghandi o Madre Teresa, se voglio essere seria, eroe-eroina è chi lascia il suo segno nn credo gli attori meri interpreti dei loro ruoli. ‘Eroi’ musicisti che hanno cambiato la storia della musica, eroina da emulare la ‘mia’ Cesaria Evora.
    Certamente non saremmo ‘umani’ se nn fossimo in attesa di un nuovo eroe in cui trovare l’ebrezza del valore e scacciare la quotidianità.
    Ma la mia eroina preferita l’ho trovata nel film Roger Rabbit è Jessica “Io non sono cattiva; è che mi disegnano così. ”

    sheraunabuonadomenicaquisolegelidissimo

    • Nello scorrere dei volti che Joseph Arthur ci ha fatto ricordare con il video della sua canzone, io personalmente ne toglierei alcuni e ne aggiungerei altri ma, si sa, ognuno ha le sue preferenze e la sua lista di eroi ed eroine, anche se come ho precisato i veri personaggi da ricordare sono proprio le persone qualunque.
      In quanto alla Marylin cosa vuoi che ti dica, volenti o dolenti è sostanzialmente una delle icone del ‘900 come a suo tempo era stata la Gioconda (Io con il gruppo dei miei amici la abbiamo messa nel titolo del nostro primo libro: una metafora s’intende, ma la nostra vita ormai è sottoposta a un martellante ritmo di immagini, probabilmente a discapito delle parole, ed è qui che deve iniziare la nostra vera e autentica “resistenza”: conservare la parola come la vera essenza della nostra intelligenza. Non dobbiamo essere schiavi di un falso immaginario, ma continuare a vincere con il nostro sapere, con il nostro diritto di essere uomini liberi e donne libere !!!

      • icona nn è la stessa cosa di eroe.
        L’icona di Marilyn è sicuramente opera di Andy Warhol come lo è, voglio essere irriverente! la sua lattina di CocaCola.
        Sicuraente sono datata ma l’eroe per me ha la valenza di virtù e gesta eccezionali, leggendarie.
        Per il resto sono d’accordo con te molti dei volti che scorrono sono opera di – posso dirlo? – popolarità, niente più.

        sheracomequandosidicecarisma!

  3. Quando si parla di eroi penso sempre alla frase di Brecht. Per me l’eroe è quello che -qui parafraso De André- non va temuto e lodato ma imitato (e non di imitazione esteriore parlo). Buona settimana.
    Ah, l’hai mai sentita Heroes di David Bowie?
    (questa non potevo farmela scappare, ne converrai)

    • 🙂 certo che l’ho sentita, anzi, è veramente un gran pezzo, d’altronde la storia della musica è piena di eroi, vincenti e perdenti non importa, in fondo quando Guccini cantava: “gli eroi son tutti giovani e belli”, ci ha fregato tutti quanti, fingendo di aprire un immaginario completamente diverso dalla realtà. Lo ha detto anche Brecht: “fortunato quel Paese che non ha bisogno di eroi”…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...