L’ HANNO CHIAMATA L’ ULTIMA ERESIA – La scelta di Lucio Magri

Settimana scorsa si è tanto parlato del “suicidio assistito” di Lucio Magri, come di una sorta di “ultima eresia”. Lui, l’ eretico per eccellenza della politica italiana, come se l’ essere diversi, innovativi o se vogliamo, “contro”, e io aggiungerei: intelligenti, debba per forza far sembrare una persona un eretico.
Perchè in Italia se non si è “democristiani” ci si trasforma inevitabilmente in un alieno ? Già democristiani… e giù tanti discorsi sul fatto che la vita non ci appartiene e così via… tutte stronzate ! La vita è solo nostra e solo noi possiamo decidere cosa fare di essa, come scegliere di morire, punto. L’ unico rammarico è  la scomparsa di un personaggio che per la mia crescita culturale e politica rappresentava, insieme a Lucio Libertini, uno dei pochi a cui far riferimento, specialmente oggi dove il parlamento si è trasformato in una barzelletta, tra l’ altro molto costosa. Peccato… è rimasto un grande vuoto difficilmente colmabile in questa quotidianità che ci circonda. Ma la sua scelta va rispettata, e come tale dobbiamo accettarla, in silenzio, come il silenzio scelto da lui senza clamori.
Siamo noi che vogliamo sempre urlare e sempre dopo, sempre…

Annunci

4 thoughts on “L’ HANNO CHIAMATA L’ ULTIMA ERESIA – La scelta di Lucio Magri

    • Ho capito non c’è bisogno che ti ripeti…Thomas Huxley ha detto che il destino normale delle nuove idee è di cominciare come eresie e di finire come superstizioni; io toglierei “superstizioni”, e aggiungerei “un’ altra fede” (?)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...